Il green public procurement UE

cooperation handshake picture 170365Commissione e Parlamento spingono gli acquisti verdi, come per l’e-car associata alle FER.

Le Istituzioni europee, grazie a tre nuove direttive (che entreranno in vigore entro due anni) e alcuni progetti strategici, stanno promuovendo il Green Public Procurement, ossia l’acquisto da parte della Pubblica Amministrazione di prodotti e servizi con particolari caratteristiche di efficienza, eco compatibilità e uso delle energie rinnovabili.

GSE: novità per Conto energia e Certificati verdi

downloadGli ultimi aggiornamenti su SIAD, funzionalità con manuale utente e prezzi.

Con tre comunicati il Gestore ha dato aggiornamenti sull'applicativo informatico per l’invio della dichiarazione utile alla determinazione del fattore percentuale convenzionale, sul cambio di titolarità delle Convenzioni di Conto Energia e sul prezzo di ritiro dei certificati relativi alla produzione 2013.

Green e white economy, i dati occupazionali UE

workerEfficienza e FER insieme per la crescita dei posti di lavoro, particolarmente nel Centro ed Est Europa.

Un bacino occupazionale tra i 280.000 e i 450.000 mila posti di lavoro, raggiungibile grazie all’attuale sviluppo delle strategie europee di sostegno all’efficienza energetica e allo sviluppo di particolari settori, come le rinnovabili in edilizia. A sostenerlo è la Direzione generale Energia della Commissione Europea.

Powershop: l’elettricità come i carburanti

2 powershopDalla Nuova Zelanda la webutility che vende energia da rinnovabili come un distributore di combustibili.

Si chiama Powershop, è stato fondato cinque anni fa e ha conquistato il 5% del mercato neozelandese consentendo ai clienti domestici di comprare elettricità tramite una up dello smartphone, scegliendo tra costi e fonte rinnovabile da cui è stata prodotta, riducendo costi fissi e di trasporto.

Mercato fotovoltaico: chi sale e chi scende

2 solar panels 191730Cina, Giappone, Usa e Germania guidano la classifica stilata dal report IHS

Sono questi quattro mercati a rappresentare i due terzi della domanda mondiale di moduli fotovoltaici. A sostenerlo è il report “IHS Solar PV Integrated Market Tracker – Q4 2013”, che conferma come primo produttore globale un’azienda cinese, la Yingli Green Energy, già vincitrice nel 2012, grazie ai successi sul mercato domestico, Stati uniti e in Europa. Discorso diverso per il Giappone, dove la crescita del solare ha premiato maggiormente i produttori nazionali.

Questo sito utilizza alcuni cookies per migliorare la tua navigazione web. I cookies utilizzati per le operazioni basilari di questo sito sono già stati impostati.Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.

  Accetto i cookie da questo sito.